La ricerca del lavoro secondo lo sviluppatore app

Secondo l’Istituto Nazionale di Statistica Italiano, nel 2019, in Italia c’erano circa 5.500 persone impiegate come sviluppatori di APP, ma allo stesso tempo, un terzo dei posti destinati ai programmatori APP, risultano ancora scoperti.
Noi ci siamo chiesti: dov’è il blocco che non fa incontrare la domanda e l’offerta nella ricerca di Mobile developer?
Nell’articolo, vi accompagnamo nel nostro processo mentale di elaborazione del problema.

Partiamo dalla prima e più semplice domanda, che può venire in mente parlando di selezione:

Quali sono i problemi maggiormente riscontrati nella selezione di programmatori app, in Italia?

Possiamo riassumere i dubbi dei responsabili di selezione tech, in cinque voci.

  1. Trovare un programmatore con una buona conoscenza del processo di sviluppo mobile e i linguaggi utilizzati per Android e/o per iOS.
  2. Assicurarsi che lo sviluppatore sia aggiornato con le ultime tendenze tecnologiche.
  3. Controllare il portfolio per assicurarsi che i suoi progetti abbiano avuto successo.
  4. Assicurarsi che il programmatore abbia esperienza con test e debug.
  5. Determinazione del costo dell’assunzione dello sviluppatore e comprensione dei rischi associati.
  6. Assicurarsi che il nuovo assunto sia in grado di lavorare bene con gli altri membri del team di sviluppo.

La domanda successiva che ci siamo posti è:

Se il selezionatore soffre l’ansia da selezione dei programmatori Android e iOS, quali soluzioni si possono trovare per trattenere i talenti già presenti in azienda ed evitare il turnover?

La prima soluzione è sicuramente a livello contrattuale: offrire compensi e un pacchetto vantaggi competitivi (lavoro in parziale o totale remoto, assicurazione sanitaria, ferie, piani pensionistici e altri vantaggi per soddisfare i dipendenti).
Un’altro aspetto da curare, è sicuramente l’ambiente di lavoro. Un ambiente di lavoro positivo è favorevole alla produttività e all’impegno. Per garantirlo, è necessario fornire supporto, riconoscimento e risorse per aiutare i dipendenti a raggiungere i propri obiettivi; alla base di tutto ciò c’è la comunicazione e la collaorazione.
Incoraggiare il dialogo aperto e la collaborazione per promuovere l’innovazione e la creatività.
Non meno importante, investire sui propri dipendenti offrendo opportunità di sviluppo professionale: offrire opportunità ai dipendenti di apprendere nuove competenze e acquisire esperienza in diversi ruoli. Offrire programmi di formazione e tutoraggio per aiutare i dipendenti a rimanere aggiornati sulle tendenze del settore e sui progressi all’interno dell’azienda.
Creare il giusto ambiente di lavoro, non solo diminuisce il turnover, ma spinge i propri dipendenti a fare passa parola con altri sviluppatori, e favorire l’incontro con nuovi talenti in linea.

Dopo queste prime domande rivolte più alle aziende, ci siamo messi nei panni degli sviluppatori e abbiamo analizzato il loro modo di cercare lavoro come Sviluppatori APP Android e iOS in Italia.
Si stima che in Italia ci siano migliaia di sviluppatori di app alla ricerca di lavoro, quindi la prima cosa che ci siamo chiesti, è stata:

Quali sono i metodi di ricerca di lavoro di uno sviluppatore di app?

  1. Cercare bacheche di lavoro come Indeed, Glassdoor e Monster.
  2. Fare rete con altri sviluppatori di app e raggiungere potenziali datori di lavoro.
  3. Creare un portfolio dei migliori lavori e condividerlo con potenziali aziende.
  4. Usare siti di social media professionali come LinkedIn per mostrare le proprie abilità.
  5. Partecipare a fiere del lavoro, eventi professionali e conferenze di settore.
  6. Visitare i siti web delle aziende che possano interessare e inviare domanda direttamente per le posizioni.
  7. Contattare i reclutatori sul campo per scoprire le opportunità disponibili.
  8. Considerare opportunità freelance e remote.
  9. Utilizzare le sfide di codifica online e le competizioni di codifica.
  10. Perseguire uno stage o apprendistato.

A seguire ci siamo chiesti:

Nel momento in cui uno sviluppatore è aperto nella valutazione di un opportunità di lavoro in azienda, cosa realmente cerca dall’azienda stessa?

Un programmatore cerca un ambiente di lavoro sicuro ed equo, con le tecnologie adeguate, una solida struttura organizzativa e una chiara divisione dei compiti. Deve essere in grado di lavorare in collaborazione con altri programmatori, designer, sviluppatori, analisti e altri membri del team.
Un programmatore cerca anche un’azienda che sia disposta a investire nella formazione e nella crescita professionale. Ha bisogno di un ambiente di lavoro che incoraggi la creatività, offra progetti interessanti che coprano magari nuove sfide.

Volendo tirare le somme, possiamo notare come, nel matrimonio candidato-aziende, le esigenze si possano riassumere in:
fiducia
crescita
rispetto.
Proattività e resilienza pare non essere stati elencati (NdA)

Non potendo intervisatare e sondare tutte le aziende del territorio italiano, ed i 5500 programmatori App stimati, in cerca di una nuova occupazione, per stilare questo articolo ci siamo fatti aiutare dall’AI ChatGPT.