L’analisi SWOT ed il Personal Brandig

Personal branding e analisi SWOT

Si può diventare il candidato ideale per le aziende? Sì, con l’analisi SWOT su di sé.

Come le aziende fanno di tutto per presentare il proprio brand in modo unico, allo stesso modo, anche le persone in cerca di occupazione potrebbero avere ottime probabilità di conquistare la posizione lavorativa creando il proprio personal brand.

Ma che cosa significa personal brand? Con questa espressione si intende l’identità ben definita e distintiva, che veicola valori, competenze e abilità di una persona, con lo scopo di promuovere la propria immagine e reputazione online, anche e soprattutto sul web.
Oggi il web è diventato il canale principale per chi è alla ricerca di lavoro, lo sanno bene i recruiter, che utilizzano questo canale per arricchire alcune informazioni del cv. Proprio per questo motivo è diventato fondamentale creare e curare costantemente il proprio personal brand.
È sempre opportuno, sviluppare una strategia di marketing in cui dovrai:

  • mantenere aggiornati i tuo profili social, prestando particolare attenzione a LinkedIn e Twitter.
  • Interagire, condividendo e commentando contenuti e post di altri professionisti, per aumentare la tua visibilità ed autorevolezza.
  • Controllare la tua reputazione online, googlandoti, per avere sotto controllo le informazioni che emergono e, se trovi dei contenuti che potrebbero metterti in cattiva luce, fai il possibile per eliminarli o modificarli.
  • Ulteriore spunto per emergere, è gestire un proprio sito o blog, con una URL che contenga nome e cognome (ad esempio www.simonebianchi.it), da aggiornare con regolarità, con contenuti in linea con il tuo personal branding.

Non ti è chiaro come sviluppare il tuo personal branding? Prova con l’analisi SWOT.

L’analisi SWOT , conosciuta anche come matrice SWOT, è l’acronimo di Strengths, Weaknesses, Opportunities, Threats.
Con un’analisi SWOT potrai individuare i tuoi punti di forza (Strenghts) e le tue debolezze (Weaknesses), per intercettare le opportunità (Opportunities) e limitare le minacce (Threats), così da essere pronto per affrontare le prossime candidature.

I primi due – punti di forza e di debolezza – sono indicati come fattori interni, che includono elementi sui quali si ha il controllo e che puoi cambiare.

Opportunità e minacce, invece, sono definiti come fattori esterni ovvero al di fuori del tuo controllo.

Punti di forza

Ecco alcune domande da porti per individuare i tuo punti forte:

  • Cosa so fare?
  • Cosa faccio meglio di chiunque altro?
  • Qual è il mio vantaggio competitivo?
  • Cosa faccio di unico rispetto agli altri?

Punti di debolezza

Anche per individuare le tue debolezze, puoi porti queste domande:

  • In cosa non sono abile?
  • In cosa gli altri sono migliori?
  • In cosa potrei migliorare?

È indubbio come vi siano alcune qualità, innate in noi, ma è anche vero che si possono apprendere molte altre soft skills apprezzate sul lavoro, sia dai dirigenti che dai colleghi.
Tra le più ricercate nell’ultimo periodo, nel candidato ideale, sono indicate:

  1. Puntualità (di orari, di timeline, di scadenze progettuali)
  2. Precisione (nella realizzazione delle proprie mansioni)
  3. Organizzazione (di task e tempistiche)
  4. Empatia (comprendere lo stato d’animo altrui)
  5. Professionalità
  6. Umanità
  7. Umiltà
  8. Coerenza (con gli impegni presi e le proprie responsabilità)
  9. Lealtà
  10. Sincerità.

Le opportunità

Per conoscere le opportunità esterne positive che potrebbero rivelarsi utili per raggiungere i tuoi obiettivi, potresti domandarti.

  • Qual è qualcosa che potresti iniziare a fare adesso?
  • Quali porte sono aperte per te?

Le minacce

Le preoccupazioni esterne, o minacce, hanno un impatto negativo. È importante ricordare che non puoi fare nulla contro le minacce per impedirne il verificarsi. Tuttavia, puoi identificare e formare un piano d’azione attorno a loro.

  • Quali cose sono fuori dal tuo controllo, che potrebbero ostacolare i tuoi progressi, ma sono cose su cui potresti agire?
  • Cosa cambia / evolve costantemente nel tuo campo che non puoi controllare?

È necessario sottolineare che per individuare al meglio le 4 aree, è necessario che tu ti spogli da ogni blocco e sia più sincero possibile con te stesso, per non manipolare a tuo sfavore, questa opportunità di crescita.
Converti le tue debolezze in punti di forza. Trasforma le minacce in opportunità. Guarda la tua concorrenza e non osservare semplicemente quello che stanno facendo, ma fallo meglio. Metti da parte tutte quelle caratteristiche negative su di te convertendole in positive!

A questo punto ti potrebbero sorgere dei dubbi e chiederti se, sulla base di questa analisi, sarai in grado di individuare i tuoi punti di forza e le peculiarità per il tuo profilo professionale, su cui puntare quando invii la tua candidatura ad un annuncio di lavoro?
Se infatti da un lato è facile capire se possiedi certe caratteristiche (per es. riconosco di saper essere abile nella gestione del tempo), dall’altro, potresti non essere così sicuro di avere altre skills, così come richieste su posto di lavoro e non con la lettura di gestione della tua vita personale (come ad esempio la capacità organizzativa, che è ben diversa nella gestione dei task di lavoro, rispetto ai task giornalieri)

L’analisi SWOT ti ha quindi aiutato in pochi passi a evidenziare le tue personali qualità, quelle su cui dovrai puntare nel cercare lavoro; ma ti ha anche aiutato a capire se, sei in linea con una determinata offerta di lavoro e con i requisiti richiesti nella job offert, per ottimizzare le tue candidature.

Per concludere, possiamo affermare che per essere il candidato perfetto per un annuncio di lavoro non basta un semplice invio di un CV copia incolla, ma dobbiamo saper “vendere” la nostra immagine, dobbiamo saper fare personal branding e oggi il personal branding è inevitabilmente legato al mondo digitale. È lì che, nel bene o nel male, ci costruiamo un’identità (digitale, appunto) che tutti possono vedere, come le aziende stesse, in primis.

Saper rispondere a queste domande in maniera chiara ed esaustiva ti permetterà di costruire un’analisi SWOT veritiera e utile per agire nell’immediato.