WaaS – Workspace as a Service

L’ambito del lavoro agile o “smartworking” si sta evolvendo sempre più, portando a nuovi livelli di integrazione con le aziende.
Tra i vari progetti in atto troviamo WaaS, Workspace as a Service, che promette, un ambiente di lavoro più ricco di funzionalità, e fluidità.

In cosa consiste il WaaS

WaaS è basato sul Clouding Computing, ovvero la diffusione tramite cloud degli applicativi aziendali che siano di gestione amministrativa, che di produttività intrinseca.
Da ciò ne deriva una piattaforma di accesso virtuale dove i vari dipendenti da casa possono accedere come se fossero in ufficio.

A questo si aggiunge il “Byod” (Bring your own device), ovvero dare in modo che ognuo possa usufruire dei propri dispositivi in modo interconnesso, esempio poter stampare un modulo con la stampante di un collega nella sua abitazione.

Quali vantaggi porta?

In un rapporto di Mordor Intelligence si stima che il mercato mondiale WaaS potrebbe raggiungere un valore oltre 8 miliardi di dollari entro il 2025.
Ogni

Un settore in rapida diffusione, con un tasso di crescita annuo medio valutato attorno al +9,7% (Carg 2020-2025), mentre il valore di mercato, che nel 2019 ha toccato i 4,9 miliardi di dollari, potrebbe crescere a sua volta del +74% in cinque anni.

I costi di gestione della piattaforma stanno diminuendo progressivamente all’aumentare delle installazioni di workplace virtuali che, grazie alle tecnologie cloud, permetteranno alle imprese di abbattere i costi (in America una postazione di lavoro sul cloud costa 40 dollari circa) e di mantenere e migliorare il valore delle esperienze e delle competenze dei propri dipendenti, senza limiti geografici e temporali.

La modalità di lavoro Byod è stata adottata dal 50% delle imprese americane già nel 2016 e da quest’anno, si legge in un documento Gartner, circa il 40% delle organizzazioni smetterà di fornire apparecchi ai propri dipendenti, mentre la multinazionale Cisco ha calcolato in 81 minuti a settimana il tempo recuperato dai lavoratori nell’utilizzo dei propri device a lavoro.

Ma sono solo vantaggi?

Le criticità attuali riguardo all’adozione al sistema WaaS risiedono principalmente in 3 problematiche

  • Cyber security
  • Connettività
  • Adeguamenti strutturali iniziali

Ovviamente il principale problema è la sicurezza informatica e la tutela dei propri dati che attraversano il web, potenzialmente soggetti ad attacchi esterni.
Il secondo problema riguarda il digital divide che risiede un po’ ovunque soprattutto in Italia. Lavorare direttamente sul cloud richiede una banda abbastanza generosa e la latenza diventa un fattore importante.
Infine non va trascurata la necessità di dover investire molto in ambito software per renderlo “clouding compatibile”. Da notare come molte aziende quali SAP, Microsoft, Intel e Oracle si stiano impegnando molto a facilitare la transizione.

fonti:
https://www.key4biz.it/posto-di-lavoro-sul-cloud-mercato-globale-workspace-as-a-service-crescera-del-70-in-cinque-anni/292051/