Sviluppatore App: Chi è, cosa fa e quanto guadagna

CHI È IL MOBILE DEVELOPER

Se dovessimo spiegare il lavoro del mobile developer (app developer o sviluppatore app che dir si voglia) ai nonni, uno sviluppatore con cui ci siamo interfacciati, ci ha riferito che direbbe ” Faccio programmi per il telefono“.
Provando a spiegare il lavoro dello sviluppatore mobile a chi ha bisogno di una deinizione più specifica, diremmo che è il programmatore specializzato nella realizzazione di software, dette APP, a misura di device portatili, come smartphone, tablet e simili; adatte a funzionare sui maggiori sistemi operativi mobile, come Android e iOS.
Lo sviluppatore mobile deve assicurare il corretto funzionamento delle applicazioni sui diversi dispositivi, rilasciando i necessari aggiornamenti durante il ciclo di vita delle app.

QUALI SONO LE TECNOLOGIE PIÙ USATE PER LO SVILUPPO APP

Una delle competenze imprescindibili per ottenere un colloquio di lavoro in questo settore è dimostrare la conoscenza di linguaggi di programmazione compatibili con i sistemi mobile. Da una stima delle offerte di lavoro, nella TOP TEN delle tecnologie più richieste nel backround di un programmatore mobile, troviamo:

  • Android
  • Kotlin
  • Java
  • iOS
  • Swift
  • Flutter
  • React Native
  • ObjectiveC
  • Ionic
  • PHP

Avere completa padronanza di uno o più linguaggi di sviluppo, Android e iOS, è sufficiente, ma per essere un programmatore di successo è necessario avere competenze di: grafica, publishing, design e usability.
Essere in possesso di queste caratteristiche tecniche e non solo, permette di poter partire in vantaggio rispetto a una concorrenza sempre più agguerrita.

COSA FA IL MOBILE DEVELOPER

Il compito dello sviluppatore app android o dello sviluppatore iOS è quello di creare e testare app per clienti che possono essere aziende o privati.
Fra i principali compiti di un App Developer ritroviamo:

  • progettare l’architettura di un’app in base alle specifiche richieste dal progetto;
  • sviluppare il codice dell’app per i sistemi operativi mobile di riferimento;
  • rilasciare nuove versioni di aggiornamento delle applicazioni;
  • svolgere attività di testing e debugging delle applicazioni;
  • sviluppare API per supportare le funzionalità mobile;
  • tenere traccia delle modifiche effettuate sul codice attraverso sistemi di versioning, per assicurare una corretta documentazione dello sviluppo dell’app.

Nella realizzazione fisica dell’applicazione, l’App Developer può avvalersi dell’aiuto di altre figure quali User Experience Designer, Project Manager, sistemisti…

COME DIVENTARE MOBILE DEVELOPER

Oggi non esiste ancora un corso di laurea specifico per diventare un’app Developer, pertanto possiamo dire che chi vuole intraprendere il percorso di sviluppatore app mobile, sceglie di approcciarsi a corsi di studi universitari affini come Ingegneria informatica e Elettronica delle telecomunicazioni.
Un buon percorso di laurea in ambito tech è senza dubbio una buona base di partenza. Poi, occorre specializzarsi nella programmazione per mobile, seguendo corsi specifici per arricchire la conoscenza delle piattaforme per sistemi operativi iOS e Android.

Esistono inoltre corsi erogati da privati ed enti pubblici, disponibili anche per chi è in possesso solo del diploma di scuola superiore, ma la laurea può fornire lo sprint giusto per una carriera di successo nel lungo periodo.

AMBITI DI LAVORO

Un app developer può lavorare in diversi contesti, a seconda delle ambizioni personali e degli orizzonti lavorativi che si vogliono costruire.
Ci sono tre principali soluzioni lavorative:

  • nelle web agency e agenzie pubblicitarie
  • nelle grandi aziende (di qualsiasi tipo)
  • come libero professionista

CARRIERA DEL MOBILE DEVELOPER

La richiesta di professionisti da parte delle aziende è molto alta e sono tante le opportunità per gli app developer.
Si prevede che la domanda di sviluppatori mobile arriverà al 24% entro il 2026, e grazie alla continua crescita della popolarità dei dispositivi mobili, sapere come lavorare con questi dispositivi vi aiuterà a trovare lavoro.
La carriera di un mobile developer può seguire una progressione lineare, attraverso posizioni junior, middle e poi senior, al crescere delle competenze.

Si classifica come sviluppatore android/ios junior, il coder che ha maturato fino a 2 anni di esperienza in sviluppo. È a suo agio con i linguaggi di programmazione come Java, Kotlin e Dart ed è in grado di sviluppare app semplici. Ha bisogno di supervisione e di sviluppatori senior che rivedano il loro codice e gli insegnino a interfacciarsi con compiti più impegnativi, come le integrazioni.
Il progammatore app Middle o Mid-Level è lo sviluppatore che ha più di 2 o 3 anni di esperienza. Si dimosta indipendente nel lavoro e crea progetti anche complessi. Per avanzare, ha bisogno di revisioni regolari del codice da parte di sviluppatori più navigati. Può lavorare su progetti molto complessi, solo se lo fa in team o in coppia con sviluppatori più esperti.
In ultimo il Senior è esperto ed è in grado di supervisionare lo sviluppo di progetti molto complessi e/o di grandi dimensioni. Conosce in modo approfondito lo sviluppo di app android e ios, le architetture ed è generalmente del tutto indipendente nel suo lavoro.

Lo stipendio medio per il programmatore mobile in Italia è € 33.000 all’anno o € 16,92 all’ora.
Uno sviluppatore di applicazioni che lavora come freelance per varie aziende può arrivare a guadagnare tra i 60.000 e gli 80.000 Euro annui.

Noi, con il nostro Database, aiutiamo la scalata di carriera dei programmatori app, con un servizio di pubblicazione CV di professionisti mobile, interessati a valutare offerte di lavoro ed entrare in contatto diretto con le aziende in cerca di candidati.